Rassegna stampa 03/08/2020

Rassegna stampa 03/08/2020

CORRIERE DI BOLOGNA

BOLOGNA NON DIMENTICA

Il minuto di silenzio e l’omaggio allo stadio, commosso ricordo nel quarantennale della strage alla stazione. Poi rossoblù e Torino non si fanno male: primo gol in A di Svanberg, pareggia Zaza. Mihajlovic: «Siamo migliorati tanto, però dobbiamo rinforzarci. Sappiamo cosa ci serve. Subiamo troppo e segniamo poco, interverremo. L’annata è stata positiva. E la mia salute adesso va benissimo». Bologna promosso ma senza carezze. Una stagione iniziata con la malattia di Sinisa e finita con il COVID. Ma la società è solo a metà dell’opera.

GAZZETTA DELLO SPORT

ZAZA FA IL FENOMENO, TORINO E BOLOGNA SALUTANO CON IL PARI

Svanberg firma il vantaggio rossoblù, poi un super gol di Simone vale l’1-1. Longo: «Bilancio molto positivo, pericolo scampato». Mihajlovic: «Sono contento, bravi i ragazzi. Cairo? Ha dimostrato di volermi bene». L’urlo di Mattias per il primo gol: «Miglioro sempre. La prima rete in A? Era ora… È stata una stagione molto strana, bravi a chiudere questo periodo complicato». Sabatini apre ad un rinnovo per lo svedese: «Si muoverà da Bologna? Non in prestito». Da due anni in Italia, spesso in panchina. Ma Sinisa crede in lui.

REPUBBLICA

IL BOLOGNA FINISCE PIANO, PER FORTUNA È L’ULTIMA NOTTE

Il Torino strappa l’1-1. A Svanberg replica un gran gol di Zaza, in un secondo tempo che vede il consueto calo dei rossoblù. Santander, Sansone e Belotti hanno il pallone per vincerla, ma il pareggio è l’esito più giusto. Mihajlovic lancia Juwara, per la prima volta titolare: l’intesa con Barrow anima il primo tempo e promette bene. Buona prova di Medel come centrale. Il pagellone dell’anno rossoblù: Barrow senza limiti, Orsolini bello a metà, Sansone a digiuno. Tanti voti alti ma anche bocciature: Skov Olsen resta un enigma, Denswil una delusione, Santander la punta che non c’entra, ora al capolinea.

RESTO DEL CARLINO

IL BOLOGNA CHIUDE LA STAGIONE, NON LA PORTA

Anche contro il Torino subisce gol: sono 33 le partite di fila in cui incassa almeno una rete. Illude Svanberg con il vantaggio, pareggia Zaza. Tre punti in più dello scorso anno, ma due posizioni in meno in classifica. I rossoblù finiscono al 12° posto. Mihajlovic finisce stanco ma felice: «Bravi i ragazzi, e io sto benissimo». Il tecnico a quota 300 ringrazia il gruppo e rivela: «Ho fatto i controlli, a nove mesi dal trapianto sono perfetti». Il prossimo mercato: «Ci servono punta, difensore centrale e terzino. Abbiamo rinnovato anche Poli». Medel rinasce come difensore, sarà il futuro? Il cileno è impeccabile nel ruolo che aveva nella sua Nazionale. «Finalmente, ora sento mio questo Bologna. Svanberg al primo gol in A esulta: «Troppe gare senza una gioia, ci voleva. Punto a migliorare per avere sempre un posto da titolare».

Foto: Imago Images