Rassegna stampa 10/02/2021

Rassegna stampa 10/02/2021

CORRIERE DI BOLOGNA

BOLOGNA E IL RICORDO DI NICCOLÒ

«L’affetto della città è toccante». Giovanni Galli alla commemorazione per il figlio, scomparso a Bologna vent’anni fa in un incidente in motorino vicino Casteldebole: «Qui è come stare a casa. Se fosse rimasto tra noi sarebbe diventato il capitano della nazionale italiana. Sento l’affetto di tutti, Bologna è un luogo speciale».

GAZZETTA DELLO SPORT

IL PERSONAGGIO: BARROW

Palacio tutor da campo, Sinisa e Juwara vicini: Bologna ha trovato il ‘9’. Rodrigo gli insegna i movimenti da centravanti, ‘Musa piccolo’ è l’amico ritrovato: è nuova vita. Mihajlovic e Arianna in udienza da Bergoglio. L’incontro in Vaticano avvenuto lunedì. Il rapporto del tecnico con la religione è forte, già due volte è stato a Medjugorje. Contro il Benevento prova a tornare in campo Medel. Anche Hickey si candida se Dijks non dovesse farcela, dopo il taglio al ginocchio rimediato col Parma.

REPUBBLICA

GIANCARLO INZAGHI: «QUEI MESI AL BOLOGNA L’UNICA CICATRICE DI PIPPO»

Parla il papà dei fratelli allenatori: «Filippo super, sta facendo una grande impresa a Benevento. Purtroppo a Bologna non ha funzionato, ma capita anche ai migliori. Il lato umano è ciò che mi rende ancor più orgoglioso. Rimpianti? I rinforzi arrivarono tardi». A Casteldebole i vent’anni della morte di Niccolò Galli. Quagliarella ricorda l’amico di una vita: «Le persone che non puoi tenere per mano le tieni nel cuore».

RESTO DEL CARLINO

MIHAJLOVIC, CHE GOL: HA INCONTRATO IL PAPA

Lunedì Bergoglio ha ricevuto Sinisa e Arianna in udienza privata in Vaticano. Nel 1997 Ulivieri diede forfait a Wojtyla (per la costernazione di Gazzoni). Ieri la commemorazione per i vent’anni della morte di Niccolò Galli. Il padre Giovanni: «Viviamo per ricordarlo». E intanto l’agente di Barrow annuncia l’intenzione di rinnovare il contratto: «Musa punta centrale? In realtà è il suo vero ruolo. A Bologna resterà a lungo». La Primavera di Zauri batte 3-0 il Milan con Rabbi e Farinelli sotto gli occhi di Mihajlovic, Di Vaio e Bigon.

Foto: Getty Images