Rassegna stampa 18/01/2021

Rassegna stampa 18/01/2021

CORRIERE DI BOLOGNA

«DA SORIANO A MIHAJLOVIC: IL BOLOGNA È UN’OPERA D’ARTE. HA BISOGNO DEL PUBBLICO»

Walter Guadagnini, docente, critico e direttore di Camera Centro Italiano per la Fotografia di Torino: «Calcio e arte sono mestieri e passioni che necessitano di un pubblico. Andiamo avanti proponendo le cose attraverso altri canali: ora si gioca e si fanno le mostre per gli schermi». Cuore rossoblù: «A Sinisa farei un contratto a vita, è un quadro: La libertà che guida il popolo di Delacroix». Skorupski, un felice ritorno tra i pali. In attesa dell’eterna sfida con Szczesny. La vittoria col Verona e il doppio ruolo di Barrow rinviano il problema punta. Previsto per oggi lo scambio Calabresi-Faragò. Tacopina ci prova ancora. Nuova avventura per l’ex presidente: dopo il Venezia ecco il Catania.

GAZZETTA DELLO SPORT

SINISA IN ATTACCO

«La punta a Bologna? I gol li facciamo, sabato si è visto…». Mihajlovic in TV scherza sul tema bomber e intanto istruisce Barrow da numero 9: «Da sinistra fa meglio, ma in questo ruolo può ancora migliorare». L’ostacolo: il club cerca il rinforzo giusto, però senza fare cassa è dura. Gli obiettivi principali restano Inglese, Pellegri, Sanabria e Zaza. Visite mediche per Faragò, Santander torna dal Paraguay, Mbaye recuperato.

REPUBBLICA

«COSÌ BARROW DIVENTERÀ IL 9 DEL FUTURO»

Il Bologna che cambia. Cipriani: «Già ora può giocare alla Palacio». Zauli: «Non sarà mai una boa, semmai uno che attacca la profondità». Bucchi: «Oggi all’ala dà il meglio, il futuro può essere alla Eto’o». Mariani: «Ho qualche dubbio, spalle alla porta non ce lo vedo».

RESTO DEL CARLINO

BOLOGNA, BARROW È DIVENTATO UN ROMPICAPO

Mihajlovic l’ha provato centravanti, il ruolo in cui dovrebbe giocare in futuro: intanto fatica a tornare il bomber della passata stagione. A segno 9 volte da gennaio ad agosto, ma soltanto 3 nel torneo in corso. Bazzani: «Può farlo ma ci vuole tempo». E Sinisa scherza: «Una punta? Non mi serve». Faragò atteso oggi a Casteldebole per le visite: Calabresi a Cagliari al suo posto. L’infermeria si svuota: Mbaye sì, Medel forse. Il difensore recupera, Ravaglia aspetta il tampone. Orsolini e Soriano, i due principi azzurri. Sotto gli occhi del c.t. Mancini il primo ha segnato, il secondo ha trascinato la squadra: le chance per l’Europeo aumentano.

Foto: Imago Images