Rassegna stampa 18/05/2021

Rassegna stampa 18/05/2021

CORRIERE DI BOLOGNA

PALACIO SALVA IL BOLOGNA A VERONA

L’attaccante segna il pareggio nel finale, ma il decimo posto resta nelle mani dei gialloblù. Le pagelle: Tomiyasu delude, Skov Olsen mette lo zampino in entrambi i gol, Ravaglia non convince sul 2-1. Domenica arriva la Juve: missione impossibile per raddrizzare il campionato e consolidare il piazzamento.

GAZZETTA DELLO SPORT

IL VERONA RESTA DECIMO MA IL BOLOGNA CI CREDE

Ora sfidano Napoli e Juventus. Faraoni-Kalinic e De Silvestri-Palacio: alla fine è pari. All’ultima Juric e Mihajlovic decidono per la Champions League. Sinisa: «Speriamo ci mandino un arbitro come si deve». Le pagelle: Skov Olsen tra i migliori, Tomiyasu da centrale non rende.

REPUBBLICA

IL PIÙ GIOVANE È PALACIO

Evita la sconfitta a Verona, ma il Bologna resta dietro. I rossoblù vanno sotto due volte: rimediano De Silvestri e Rodrigo. Dijks e Soriano ammoniti: per loro il campionato è finito. Finisce 2-2 al Bentegodi, il decimo posto rimane a tre lunghezze. Ad una gara dal temine i punti sono 41, con 61 gol presi. Le pagelle: Tomiyasu stenta, Vignato accelera e Raimondo debutta. Domenica la Juventus al Dall’Ara per giocarsi il futuro.

RESTO DEL CARLINO

PALACIO SALVA UN BOLOGNA DI FINE STAGIONE

A Verona finisce 2-2, De Silvestri risponde al vantaggio di Faraoni. ‘El Trenza’ raddrizza una partita in salita dopo il raddoppio di Kalinic. Ravaglia è poco sicuro, Sansone evanescente e sprecone. Soriano e Dijks, diffidati e ammoniti, verranno squalificati. Sinisa: «Ho pianto tornando qui. Due anni fa quelle scale mi sembravano infinite. Contro la Juve spero mandino un arbitro come si deve». Vignato sogna ancora l’azzurrino: «Bravi a non mollare mai». Il d.s. Bigon ha le idee chiare: «Noi vogliamo andare avanti con Mihajlovic. Abbiamo una linea globale che comprende l’allenatore e punta sui giovani, con un progetto da proseguire. Il gap con le big si sente, ma possiamo provare a dar fastidio». Raimondo vale un altro record, nessun club è più ‘verde’.

Foto: Imago Images