Rassegna stampa 19/07/2020

Rassegna stampa 19/07/2020

CORRIERE DI BOLOGNA

UNA SERATA DEL DIAVOLO

Uno schiaffone a mano aperta e il Bologna lascia a San Siro punti e faccia. Vince il Milan 5-1 dominando in lungo e in largo, rossoblù mai così in balia degli avversari. Rossoneri avanti con Saelemaekers e Calhanoglu. Super gol di Tomiyasu, poi a chiudono Bennacer, Rebic e Calabria. Incubo Denswil. Sinisa: «Da vergognarsi». 2 agosto, il calcio ricorda. Il club chiede alla Lega un minuto di silenzio per la gara col Torino.

GAZZETTA DELLO SPORT 

MILAN, È EUROSHOW

Pioli da applausi: stende il Bologna, il posto in coppa ora è quasi sicuro. Solo Ibra si lamenta. Cinque gol a Mihajlovic, dalla ripresa è la squadra che ne ha fatti di più: 25 in 8 partite. Zlatan sostituito: «Ma io volevo segnare». Approccio ‘vagabondo’ dei rossoblù: il Diavolo li fa girare male e a vuoto. La rete di Tomiyasu illude, un po’ od possesso pure. Ma dopo va pure peggio. Sinisa duro: «Mi vergogno e chiedo scusa ai nostri tifosi. Spero che lo facciano anche i ragazzi. Io però ora sto facendo le scelte per l’anno prossimo». Abbraccio con Zlatan: «Ma abbiamo parlato soltanto della famiglia». Mercato: la squadra ha bisogno di un terzino, un centrale e un attaccante.

REPUBBLICA

BOLOGNA OTESO A SCHIAFFI DAL MILAN. STAVOLTA SAN SIRO NON FA LA GRAZIA

Subito Saelemaekers e Calhanoglu, prova Tomiyasu a riaprire i giochi, ma Bennacer e Rebic li richiudono e Calabria dilaga. Il 5-1 rossonero matura quasi senza opposizione e dura poco perfino l’illusione propiziata dall’1-2 del giapponese. Grigio rientro di Santander, male un teso Sansone, Sinisa nella ripresa mette i ragazzi anziché Barrow e i veterani. Poli a rilento, Dijks si fa bruciare, Skorupski e Denswil indifendibili.

RESTO DEL CARLINO

IBRA IN CAMPO NON HA AMICI: BOLOGNA TRAVOLTO

Nessuno sconto dello svedese a Mihajlovic: Saelemaekers, Calhanoglu, Bennacer, Rebic e Calabria esaltano il Diavolo. Illusione Tomiyasu: il giapponese trova la sua prima rete in Italia, ma non serve a scuotere il gruppo. Sinisa chiede scusa: «Bisogna vergognarsi». Il tecnico non cerca alibi: «Nel bene e nel male ho visto quello che serve per le scelte future. Se non cambiamo siamo da decimo posto. Ibra al Bologna? Non sento…». Fallisce l’esperimento-Santander, Tomi l’unico a salvarsi.

Foto: Imago Images