Rassegna stampa 21/02/2020

Rassegna stampa 21/02/2020

CORRIERE DI BOLOGNA

AUGURI E BRINDISI IN SPOGLIATOIO. LA GIORNATA SPECIALE DI SINISA

Le figlie e poi Saputo e giocatori, tifosi e amici: fiume di messaggi per il compleanno. Il presidente: «Sono orgoglioso che tu sia il nostro allenatore. La determinazione che mostri ogni giorno è incredibile e tutti noi dovremmo imparare da questo». Bologna a pezzi, anche Svanberg fuori un mese. 5,8 è la media a partita dei giocatori indisponibili per i rossoblù, tra infortuni e squalifiche, dall’inizio del ritorno. Tra Modena, Ferrara e Ravenna vince lo stadio ‘temporaneo’. Il progetto di restyling del Dall’Ara e il dibattito tra i tifosi sul trasloco durante i lavori. Tra le tante ipotesi, quella preferita resta l’impianto alternativo in città.

GAZZETTA DELLO SPORT

GUIDOLIN: «È UN BOLOGNA DA EUROPA. BRAVA UDINESE, SALVEZZA OK»

La sfida di domani al Dall’Ara vista dal tecnico-opinionista TV: «Mi aspetto gioco aperto e tanti gol. I rossoblù hanno coraggio, Mihajlovic è super e sapevo che Orsolini sarebbe arrivato. A Udine sarei rimasto dieci anni. Ora c’è Gotti, molto bravo, e De Paul è un vero leader». Rossoblù in piena emergenza: anche Svanberg in infermeria, fuori un mese.

REPUBBLICA

GOTTI, NON SOLO CALCIO. SALVARE L’UDINESE ASCOLTANDO LA TRAVIATA

«La qualità della vita è un obiettivo primario. Se devo peggiorarla per due soldi in più che servirebbero a migliorarla, allora ci rinuncio». Pallone e lirica, tattiche e letture colte dell’ex vice di Donadoni che non voleva allenare da capo. E che domani torna al Dall’Ara alla testa di un gruppo che ci crede. Tra i rossoblù si fa male anche Svanberg, stop di un mese. Poli: «Avanti senza alibi».

RESTO DEL CARLINO

DALLA SQUADRA ALLA FAMIGLIA: «WE LOVE SINISA»

Social scatenati da tutta Italia. Mihajlovic però non cambia: cena con i ragazzi, brindisi con i cari e la mente già al Dall’Ara. La moglie Arianna: «Il destino ti fa incontrare molte persone, ma solo le migliori restano per sempre». La figlia Viktorija: «Auguri al mio papà, al mio eroe, alla mia felicità, al mio tutto. Ho un debole per i supereroi». Si ferma Svanberg, il Bologna cade a pezzi.

Foto: Damiano Fiorentini