Rassegna stampa 22/07/2020

Rassegna stampa 22/07/2020

CORRIERE DI BOLOGNA

TRAVERSA MUSA, SEGNA MURIEL: IL BOLOGNA KO

A Bergamo seconda sconfitta di fila per i rossoblù, che subiscono ancora gol. Decide la rete del colombiano subentrato. Lite Mihajlovic-Gasperini: insulti in diretta TV. L’allenatore rossoblù: «Sfida alla pari, non abbiamo sfruttato le occasioni. Gasp? Manca di rispetto, non si deve permettere di parlare con la mia panchina». De Silvestri c’è, obiettivo Eder. Bigon: «Con Sinisa è tutto ok». Il d.s.: «Piena sintonia con il tecnico. Mercato? Seguiamo anche profili più giovani».

GAZZETTA DELLO SPORT

È UNA DEA DA RECORD

Muriel-gol vale il 2° posto e i 74 punti in classifica. Atalanta mai così in alto. Bologna battuto dalla ‘riserva di lusso’, inserito nella ripresa. Nel primo tempo litigano i tecnici, espulso Gasp. Luis non tradisce mai, 18° gol in A: «Il merito è del mister. Sarebbe importante arrivare all’ultima giornata in queste condizioni». Mihajlovic: «Gasperini non si permetta. E quel dito…». Sinisa sull’episodio che ha portato alla cacciata del collega nerazzurro: «Non ha nulla da dire? E ci credo…». Toloi si sdoppia, Skorupski non si arrende.

REPUBBLICA

L’ORGOGLIO E LA RABBIA. MURIEL CASTIGA UN BOLOGNA IN RIPRESA

Buona prova dei rossoblù, nei secondi 45′ il calo e il gioiello del colombiano. La risposta della squadra a Sinisa, dopo l’umiliazione di San Siro, c’è stata. Lite furibonda tra Mihajlovic e Gasperini, che viene cacciato dall’arbitro. Skorupski sempre attento, non può nulla sul siluro del centravanti orobico. Svanberg, testa alta e personalità, a tratti sovrasta De Roon. Orsolini parte dalla panchina ma non incide: impalpabile.

RESTO DEL CARLINO

SOLO IL ‘MOSCERINO’ MURIEL PUNGE IL BOLOGNA

L’Atalanta non fa sconti. Il colombiano trova la zampata che vale il secondo posto. Barrow, il grande ex, colpisce la traversa. Nugolo di insetti infastidisce i giocatori. Lite Gasperini-Mihajlovic: i due tecnici trovano da dire e l’arbitro caccia fuori il mister dei bergamaschi. I rossoblù subiscono gol da 30 gare di fila. Sinisa: «Gasperini ci ha mancato di rispetto. Se l’è presa con la mia panchina e io così m’incazzo. Il suo dito? Non so cosa volesse dire, ma se era rivolto a me adesso non l’aveva più. Il pari era il risultato giusto, loro più cinici. Abbiamo tanti giovani: siamo soggetti ad alti e bassi. Bergamo in Europa perché da anni lavora con Gasp». Riecco Svanberg: «Ci manca poco per volare». Lo svedese ha offerto una buona prova: «Dobbiamo trovare la continuità. Giochiamo bene, ma non riusciamo a fare punti. Serve meno ansia quando attacchiamo, possiamo migliorare nell’ultimo passaggio». Tomiyasu a fine corsa. Infortunio alla coscia: il giapponese rischia di aver chiuso la stagione.

Foto: Getty Images