Rassegna stampa 23/02/2021

Rassegna stampa 23/02/2021

CORRIERE DI BOLOGNA

JOLLY TOMIYASU: DOVE LO METTI, STA (BENE)

Numeri da record. Il giapponese le ha giocate tutte (unico in Serie A): ha cambiato ruolo (anche in corsa) 13 volte in 23 gare. Finora è rimasto in campo 2198 minuti, recuperi compresi: nessuno come lui. Il VAR, un’atomica a modesti arbitri. Il Bologna fa bene ad alzare la voce. Marelli: «Nasca dalla sala VAR avrebbe dovuto guardare meglio e mostrare a La Penna le immagini giuste».

GAZZETTA DELLO SPORT

EUROBERTO SORIANO

Gol, assist, qualità. Esalta Bologna e attende Mancini. Una stagione da leader con 7 reti e 5 assist: il tuttocampista di Mihajlovic ha grandi cifre e un sogno possibile, il torneo continentale. Mihajlovic: «Giocatore top, un interno che segna così tanto in Serie A non c’è… Con me ha sempre fatto bene, anche a Genova nella Sampdoria». Stesso ruolo e stesso numero di gol: Alice Magnusson, fidanzata di Svanberg, sta trascinando il BFC Femminile. Le ragazze rossoblù sono capoliste nel girone C di Serie C.

REPUBBLICA

MIHAJLOVIC PRONTO PER SANREMO, È GIOVEDÌ 4 LA SERATA GIUSTA

Stretta fra Cagliari e Napoli, la presenza di Sinisa all’Ariston ha orari e tempi obbligati. Attesa per il duetto con Ibrahimovic (ma la canzone ancora non c’è). Cipriani: «Dai Saputo, altri tre acquisti buoni per crescere davvero». I giovani e il futuro, intervista all’ex attaccante: «Non so quanto il presidente sia innamorato, però con gente forte si cambia passo».

RESTO DEL CARLINO

BOLOGNA ‘PUNITO’ ANCHE SUI RIGORI. MA GLI ARBITRI NON SONO UN ALIBI

Penultimo per penalty concessi, solo due: il rischio è di trasformare in giustificazioni gli errori dei fischietti. I ragazzi di Mihajlovic hanno ancora un passo troppo lento: 1,08 punti a partita, una media da salvezza e niente più. Torna la Lazio, all’andata la prima svista. Il gol annullato di Svanberg annullato per un fallo di Schouten: non c’era. Dijks e i diffidati, problema per Sinisa. Orsolini e Skov Olsen, serve uno scatto. È l’unico dualismo che non sta portando frutti: l’azzurro è inceppato, il danese non è ancora sbocciato. E il gioco d’attacco ne risente.

Foto: Imago Images