Rassegna stampa 24/06/2021

Rassegna stampa 24/06/2021

CORRIERE DI BOLOGNA

IL BOLOGNA HA PRESO BONIFAZI E SECK. IN ARRIVO C’È ANCHE VAN HOOIJDONK

Affare fatto per 6,5 milioni con la Spal, un milione all’anno al centrale che però è abituato alla difesa a tre. Il senegalese resterà a Ferrara in prestito per fare esperienza in Serie B. In attacco, aspettando il lieto fine della telenovela Arnautovic, il club rossoblù stringe i tempi per Sydney van Hooijdonk. Tra gli esuberi, Paz ha un’offerta dal Newell’s Old Boys in Argentina. La Serie A 2021/22 dovrebbe partire col 25% di pubblico: niente abbonamenti.

GAZZETTA DELLO SPORT

Bologna-Kevin: sì. E Miha non scarta Lyanco o Benatia. Operazione da 7 milioni con la Spal: in rossoblù anche il talento Demba Seck. Il figlio d’arte: quasi fatta per Van Hooijdonk, accordo lungo quattro anni. Saputo-FICO, la firma per lo stadio temporaneo è ad un passo. A Milano svelato il nuovo parco a tema. Domani si replica in Sala Borsa. Entro cinque giorni il nero su bianco col club.

REPUBBLICA

PRESO BONIFAZI, IL BOLOGNA ALZA LA DIFESA

Il mercato rossoblù: trattativa lampo con la Spal, anche per il giovane attaccante Seck. Restano da definire formula, cifra esatta (valutazione attorno ai 7 milioni) ed eventuali contropartite tecniche tra i giovani felsinei. L’affare non esclude Lyanco, ma ora c’è meno fretta di convincere il Torino a scendere sotto i 9 milioni. Intanto Van Hooijdonk sta per svincolarsi dal NAC Breda: pronto un quinquennale da 400 mila euro a stagione.

RESTO DEL CARLINO

IL BOLOGNA CAMBIA: ARRIVANO BONIFAZI E SECK

Si va verso una difesa a tre, l’ingaggio dell’ex Udinese non esclude Lyanco. Il giovane senegalese potrebbe essere prestato. Operazione che si aggira sui 6-7 milioni di euro. Dall’Ara, a settembre parte il bando per i lavori. La Primavera è ancora in corsa: Vergani risponde alla Lazio. Playout per la salvezza, a Formello finisce 1-1. Martedì 29 il ritorno a Casteldebole: ai ragazzi di Zauri basterebbe uno 0-0. Under 17, oggi c’è il Genoa sulla strada verso la finale.

TUTTOSPORT

«QUEI COLPI DI ARNAUTOVIC»

Branca: «Nell’Inter giocò poco, però seppe inserirsi benissimo nel gruppo. Ogni partita sfodera uno o due colpi a cui bisogna fare molta attenzione». L’ex bomber lo portò a Milano nella squadra del triplete: «Fu quello che più di tutti festeggiò la Champions». Tutte le follie di Marko: il ritardo in ciabatte da Mourinho e gli errori davanti a Moratti. L’attaccante austriaco è prigioniero del suo carattere.

Foto: Imago Images