Tomiyasu:

Rassegna stampa 27/03/2020

CORRIERE DI BOLOGNA

TORRISI: «È FINITA L’EPOCA DEI SUPER INGAGGI. ORA PLAYOFF PER FINIRE IL CAMPIONATO»

L’ex rossoblù vive a Praga: «Il Bologna? Senza stop poteva finire all’ottavo posto». Vita da imprenditore: «Abbiamo alcuni negozi di abbigliamento che siamo stati costretti a chiudere. Qui lo Stato si fa carico dell’80% degli stipendi dei lavoratori». La Serie A e l’ipotesi di giocare fino a luglio, club al lavoro.

GAZZETTA DELLO SPORT

ASPETTANDO I GIOCHI, TAKEHIRO S’È PRESO IL BOLOGNA

Tomiyasu ha visto sfumare il sogno olimpico, rimandato all’anno prossimo, quando rientrerà ancora nei limiti d’età imposti dal torneo di calcio maschile. Intanto, però, si è conquistato la fiducia della società e di Mihajlovic. Il giapponese ha sorpreso tutti, si è sempre allenato con dedizione e ha studiato la lingua fin da subito, ambientandosi in tempi record. Su di lui ci sono già diversi club, ma i rossoblù lo hanno blindato.

REPUBBLICA

IL VIRUS FERMA BAGGIO, STOP ANCHE AL BOLOGNA GIOCATO ALLA PLAYSTATION

Giacomo Bortolani e Marco Barbieri, tesserati BFC, erano pronti a esordire a Milano in eSerie A TIM, schierando il Codino. Tutto rinviato. Perfino gli sport alla consolle devono arrendersi. Consentiti solo gli allenamenti e un torneo con partite disputate da casa. I due assi spiegano come. Il football al computer conta in Italia 17 milioni di praticanti. Così la Federcalcio ha deciso di riconoscerlo e affiliarlo.

RESTO DEL CARLINO

SAPUTO, IL CONTO È SALATO: 200 MILIONI PER IL BOLOGNA

Lo stop del campionato e l’avvio dell’operazione di restyling del Dall’Ara costringeranno il patron canadese a investimenti maggiori del previsto. I rossoblù chiedono tempi certi per i giocatori. Il club alla Lega: sugli allenamenti fissare una data per tutti. Gli stranieri di Juve e Inter sono già partiti, da Casteldebole si è mosso solo lo staff: ma il tempo stringe. Un torneo da casa: i ragazzi di Sinisa possono giocare, ma solo alla PlayStation. Ristrutturato il vecchio tunnel che fino a qualche anno fa conduceva dall’Antistadio al prato del Dall’Ara.

Foto: Damiano Fiorentini