Rassegna stampa 27/11/2020

Rassegna stampa 27/11/2020

CORRIERE DI BOLOGNA

STRIGLIATA DOPO IL KO

Sinisa s’arrabbia ma non c’è uscita. Ai giocatori ha parlato nel dopogara anche la dirigenza, sottolineando che la figura fatta in Coppa Italia non è stata affatto apprezzata. La mente torna al 18 luglio, alla sfuriata del tecnico post Milan-Bologna, dopo la quale seguì confronto col club: «Se vogliamo batterci per qualcosa di eccitante, sappiamo quanto e cosa cambiare. Se invece vogliamo fare le solite cose, restiamo come siamo». E il BFC è rimasto com’era, chiudendo il mercato in attivo senza esaudire le richieste di Mihajlovic. Infatti, percorsi e traguardi eccitanti restano agli altri.

GAZZETTA DELLO SPORT

TORNADO SINISA SUL BOLOGNA

A gennaio il centravanti: anche in prestito. Dopo lo sfogo del tecnico («Non serve un ingegnere nucleare per capirlo: ci manca una punta») il club cambia strategia: si riparla di Supryaga, piace Pellegri. L’ucraino continua ad interessare, anche se non sono stati riallacciati i fili con Kiev e la valutazione (15 milioni) difficilmente sarà calata. Col Crotone torna la coppia Danilo-Tomiyasu. Palacio di nuovo al centro dell’attacco, Barrow riportato largo a sinistra.

REPUBBLICA

UNA COPPA PER SCOPRIRSI TUTTI SCONTENTI

Il Bologna dopo l’eliminazione. Dirigenti seccati dalle prestazioni dei giocatori. E visioni lontane da quelle di Mihajlovic. Che Sinisa e il suo staff non riescano a migliorare la fase difensiva è evidente da un po’. E quattro gol dalle riserve dello Spezia sono francamente inaccettabili. Ma in questi anni le umiliazioni in Coppa Italia (e non solo) sono state frequenti. Per il tecnico ci sono evidenti lacune, per la società no. Gli abbiamo preso Dominguez e Barrow, il centravanti ce l’ha in casa, spiegano lontano dai riflettori. L’importante è non precipitare. E questa squadra ha tutti i numeri e le qualità per riprendersi. Per decollare probabilmente no, per limiti tecnici e forse anche caratteriali.

RESTO DEL CARLINO

IL BOLOGNA È A QUOTA 100: MA SONO SCONFITTE

Da quando il club è tornato in Serie A sono 94 i k.o. in campionato, ai quali si aggiungono i 6 in Coppa Italia. I rossoblù allergici alla TIM Cup: pesano le eliminazioni con Pavia e Cittadella. Palacio & Co. al massimo agli ottavi, nel 2017 e nel 2019 contro Inter e Juve. Contro il Crotone ritorna la squadra che ha battuto la Sampdoria. Progetto giovani, un equivoco da chiarire. Dopo lo sfogo di Mihajlovic la società si è sentita chiamata in causa. La linea verde imboccata da tempo resta la priorità. Sinisa torna una punta centrale, ma Barrow è comunque l’acquisto più oneroso della gestione Saputo. L’allenatore serbo è il quarto più pagato della Serie A, per la dirigenza è un punto fermo. Occhi aperti sul mercato: Supryaga torna di moda, piace anche Pellegri. Tra i papabili pure Grbic, Niane, Vlahovic e Cutrone.

Foto: Imago Images