Mercoledì 28 alle 11 manifestazione dei baristi e ristoratori di Bologna in piazza Maggiore

Esasperati dalle nuove restrizioni imposte dal Dpcm 24 ottobre 2020, arrivate dopo mesi trascorsi ad adeguarsi nei minimi dettagli e con spese ingenti alle normative anti-COVID, i baristi e i ristoratori di Bologna si sono dati appuntamento questo mercoledì alle ore 11 in piazza Maggiore per protestare in maniera civile e ‘distanziata’ contro il Governo Conte e le sue recenti decisioni. Ecco il testo integrale del comunicato che sta rimbalzando in maniera frenetica sui social network proprio in queste ore:

«Cari Imprenditori
Cari Dipendenti,
Cari Fornitori,
Cari Proprietari,
Cari CLIENTI,
purtroppo siamo arrivati al momento a cui non saremmo mai voluti arrivare, la chiusura di attività come ristoranti, bar, pub, palestre e piscine.
Mercoledì 28 ottobre alle ore 11 in piazza Maggiore a Bologna vi chiediamo di unirci tutti assieme per manifestare contro le misure del premier Conte e il suo Governo scellerato, con mascherine e a debita distanza, come abbiamo sempre fatto nei nostri esercizi.
I trasporti pubblici e le scuole sono il vero problema di questi contagi.
Siamo stanchi di venire presi per untori ed evasori quando siamo alla base dell’economia Italiana.
Noi siamo le persone che portano avanti il Paese, al contrario di questa classe politica che è più distante che mai dalla realtà.
APPUNTAMENTO ORE 10:30 IN PIAZZA MAGGIORE PER DISPORCI DISTANZIATI ALLE 11 CON LA MASCHERINA».

I bar e i ristoranti di Bologna

Foto: dire.it