1910: Giacomo Puccini - La fanciulla del West

1910: Giacomo Puccini – La fanciulla del West

È l’anno 1 del Bologna FC, quello che lo porta a giocare i primi incontri ufficiali del Campionato Emiliano. Il 10-0 sui cugini della Sempre Avanti dice tutto sugli equilibri agonistici del debutto. E così anche il 9-1 sulla Virtus. Il 16 maggio di quello stesso anno il Bologna ha già gambe solide per misurarsi contro l’Internazionale FC Milano: è una gara amichevole, ma i 300 spettatori riunitisi ai Prati di Caprara assistono ad un confronto vibrante, risolto solo nei minuti finali da un’ingenuità del portiere rossoblù Orlandi.
Ma il 1910 è anche l’anno de La fanciulla del West, probabilmente l’opera più riuscita di Giacomo Puccini dal punto di vista dell’orchestrazione, e insieme la più debole a livello drammaturgico. Il 10 dicembre 1910 ne viene data la prima rappresentazione al Metropolitan di New York. L’aria che ascoltiamo, cantata divinamente da Jonas Kaufmann, è quella del bandito Ramerrez, che dopo aver ricevuto le cure di Minnie (la fanciulla de West, appunto), viene catturato dagli uomini dello sceriffo. Il suo «Ch’ella mi creda libero e lontano» è un canto d’amore e insieme una richiesta: Minnie non deve sapere la verità sulla sua morte ormai inevitabile…

Luca Baccolini

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it