1916: Ottorino Respighi - Le fontane di Roma

1916: Ottorino Respighi – Le fontane di Roma

Nel 1916 il calcio è fermo in tutta Italia (propri come oggi), ma la musica continua a risuonare. È un bolognese, stavolta, a far sentire la sua voce garbata in mezzo ai tuoni della Prima guerra mondiale. Nel poema sinfonico Le fontane di Roma, Ottorino Respighi mette al servizio delle immagini le note, e con un’orchestrazione raffinatissima riesce a produrre uno dei ritratti musicali più vividi, evocativi e struggenti mai scritti. Ascoltarlo è come trovarsi al cospetto della Fontana di Trevi a tarda notte, mentre ci si specchia nell’acqua, increduli a pensare che quello sia il solo rumore percepito dall’orecchio.

Luca Baccolini

© Riproduzione Riservata

Foto: bbc.co.uk