Bologna intenzionato a proseguire con Skorupski. Nessuna nuova su Lyanco e Arnautovic, l'austriaco squalificato per un turno agli Europei

Bologna intenzionato a proseguire con Skorupski. Nessuna nuova su Lyanco e Arnautovic, l’austriaco squalificato per un turno agli Europei

Nonostante gli Europei siano al centro dell’attenzione dei tifosi in questo inizio d’estate, il calciomercato si ritaglia sempre il proprio spazio. Negli ultimi giorni, ad esempio, si è fatta largo l’ipotesi di un avvicendamento tra i pali in casa Bologna, con Lukasz Skorupski (30) destinato altrove. Al momento, però, non esiste da parte dei rossoblù un punto interrogativo sul portiere, che gode della fiducia di allenatore e società. Il polacco ha un contratto in scadenza nel 2023 e il discorso legato ad un possibile rinnovo è già stato abbozzato, pur non rappresentando una priorità a livello di tempistiche: a meno di offerte davvero importanti sia per il ragazzo che per il club, capaci quindi di modificare l’attuale scenario, il rapporto proseguirà.
Spostandoci sul fronte Lyanco (24) e Marko Arnautovic (32), non si registrano sostanziali novità. Per il difensore brasiliano resta ancora un po’ di distanza tra BFC e Torino, anche se la trattativa sembra intavolata nel migliore dei modi. Per il centravanti austriaco, invece, si attende ‘solo’ lo svincolo dai cinesi dello Shanghai Port FC, che potrebbe arrivare al termine di Euro 2020 o comunque subito dopo l’eventuale eliminazione della sua Nazionale. Sempre a proposito di Arnautovic, oggi pomeriggio è arrivato dalla UEFA lo stop di un turno a causa degli insulti rivolti domenica al macedone Alioski. Il numero 7, che sui social ha chiesto nuovamente scusa («sono padre di due figlie e un modello per bambini e ragazzi, mi rammarico ancora di più per il mio comportamento») e si è detto pronto a versare 25 mila euro per i progetti di integrazione sociale in Austria, tornerà in campo lunedì 21 per l’ultimo match del gruppo C contro l’Ucraina.

© Riproduzione Riservata

Foto: Imago Images