Siamo sempre lì...

Siamo sempre lì…

Siamo sempre lì, al criticare la società ‘plumona’ e i dirigenti che non sanno spendere bene i soldi (pochi secondo alcuni, sufficienti per altri) perché ogni stagione alcuni club lo fanno meglio: l’Atalanta sempre, il Sassuolo quest’anno, il Verona l’anno scorso, la Spal due anni fa. Addirittura qualcuno si domandava come si dicesse fire and desire in ferrarese… Serie B, in italiano.

Qualcun altro, invece, imprecava perché il Genoa aveva preso il grande Schöne e noi lo sconosciuto Schouten… Infatti adesso il genoano è fuori rosa. Capita, se prendi uno bravo ma frusto. E potrei andare avanti fino a domani.

Il discorso è che, se si guardasse oltre l’asse Casalecchio-San Lazzaro, ci si accorgerebbe di un mondo in cui tutti sono fallaci e i più bravi sono quelli che sbagliano meno.

E il decimo monte ingaggi della Serie A dove lo mettiamo? Dove si mettono il decimo quelli della Fiorentina, per esempio, che nel 2019 si sono salvati grazie ad un pareggio assai amichevole col Genoa e nell’ultimo campionato sono arrivati ben due punti davanti al Bologna. O il Torino, settimo monte ingaggi e sedicesimo posto, o il Genoa, undicesimo monte ingaggi e quartultima piazza.

Due squadre hanno fatto molto meglio (Atalanta e Sassuolo), altrettante molto peggio, appunto. E noi lì nel mezzo, dove comunque ci stiamo da un po’ di tempo e a qualcuno evidentemente non piace, memore di un trapassato glorioso ma di un passato da tragedia.

Tutto il mondo è paese, solo che Bologna è più paese che mai. Sono rimasti delusi dalla campagna acquisti, poverini, i folgorati sulla via dello Sport, i nuovi tifosi ambiziosi del «basta squadre da 40 punti»…

Ultimi 18 mesi (tre mercati prima di quello estivo 2020):

  • Sansone (riscatto del prestito);
  • Soriano (riscatto del prestito);
  • Orsolini (riscatto del prestito);
  • Denswil;
  • Tomiyasu;
  • Bani;
  • Schouten;
  • Skov Olsen;
  • Medel;
  • Dominguez;
  • Barrow;
  • Juwara;
  • Cangiano;
  • Baldursson;
  • Vignato.

Sono 15 (quindici) giocatori acquistati e 2 (due) venduti: Bani e – forse – Juwara. A quelli in entrata si è poi aggiunto Hickey, oltre al parametro zero De Silvestri.

Solo sei mesi prima erano arrivati Danilo, Santander, Svanberg e Skorupski: tutti ancora in rosa: titolari o valide seconde linee. Totale acquisti 20 (più De Silvestri), cessioni sempre 2. Forse.

E leggendo in qua e in là ci vengono a dire che il Bologna dovrà vendere per far cassetta. Te lo credo, non ha venduto nessuno!

Al momento il buon Mihajlovic, per fare i 40 punti, è attrezzato a sufficienza. Per andare oltre può invece imboccare la A13 e uscire laddove sanno fare calcio… maial!

Tosco

© Riproduzione Riservata

Foto: Imago Images